Volumetrici Interni - C.S.A. Alba - Centro Sicurezza Albese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Volumetrici Interni

Antintrusione > Tipi Di Protezioni

     

I sensori volumetrici rappresentano un componente fondamentale in un antifurto, sia che venga installato in un’abitazione, negozio, ufficio o in ambito industriale.

A cosa servono? 
A riportare alla centralina, tramite segnale elettrico, il movimento all’interno di un’area posta sotto il controllo dello stesso sensore. A noi ovviamente interessa il movimento di un essere umano, di un potenziale ladro o malintenzionato che si è introdotto nella nostra proprietà.

I sensori non devono “scattare” se c’è un gatto, il nostro cane, oppure se il vento fa muovere qualche oggetto.Come fanno a non generare falsi allarmi? Facciamo un passo indietro spiegando un concetto semplice. Ogni corpo umano emette un diverso calore. I sensori volumetrici sono dotati di infrarossi (passivo PIR) che “leggono” questo calore ed individuano se si tratta di un essere umano, un animale, un oggetto inanimato. Quandolo associano ad una persona fanno scattare l’allarme.

I sensori volumetrici di ultima generazione hanno anche un chip a microonde ancora più sofisticato che codifica le radiazioni elettromagnetiche emesse da un corpo, o ancora, posseggono ambedue le tecnologie (infrarosso+microonde) avendo anche la funzione anti sabotaggio, ovvero la funzione AntiMasking , che rileva un eventuale accecamento del sensore , emanando un allarme alla centrale. 

Dove installarli?
Diciamo subito che in una casa i sensori volumetrici dovrebbero essere l’ultimo step. Il compito di un buon allarme è quello di tenere lontano dalla nostra proprietà i malintenzionati che devono fuggire prima di essere penetrati nelle nostre 4 mura. Investiamo quindi di più in sensori magnetici da applicare a porte e finestre,o sensori esterni applicati su balconi o giardini.Si consiglia comunque almeno un rilevatore volumetrico ogni punto di passaggio della propria abitazione.

Se però vogliamo creare un ulteriore filtro applichiamo i sensori volumetrici all’interno di tutte le stanze. L’antifurto infatti può essere attivato in maniera parziale. La notte ad esempio possiamo “accendere” le zone soggiorno e “spegnere” quelle dove dormiamo.

Raggio d'azione
La portata dei sensori volumetrici interni varia a seconda delle condizioni di utilizzo, per le abitazioni private si utilizzano sensori con portata che varia dai 12 ai 15 metri con un ragio d'azione di 90 gradi.
Per quanto riguarda la copertura di capannoni o edifici di elevate metrature si consiglia l'utilizzo di altri tipi di sensori volumetrici in grado di proteggere un area di 25 X 30 metri lineari.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu